Indice del forum Olimpo Informatico
I Forum di Zeus News
Leggi la newsletter gratuita - Attiva il Menu compatto
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

    Newsletter RSS Facebook Twitter Contatti Ricerca
I robot di Sony assemblano una PS4 in 30 secondi
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Sopravvivere alla new economy
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Gladiator
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 05/12/10 20:32
Messaggi: 10612
Residenza: Purtroppo o per fortuna Italia

MessaggioInviato: 23 Ago 2020 17:26    Oggetto: Rispondi citando

Maary79 ha scritto:
Gladiator ha scritto:

E' possibile ma ne serviranno certamente molti di meno di quanti operai servono oggi e ancora meno di quanti ne servissero nel secolo scorso... mentre la popolazione mondiale aumenta in modo esponenziale...


Le popolazioni che aumentano sono quelle non consumistiche...un cane che si morde la coda! Una fine ci sarà...vedrai! Wink
Intanto coltiviamoci un bell'orticello pure noi 'consumisti'... Wink

Certo che una fine ci sarà, è quella ben descritta dall'utente anonimo di cui sopra e che ho già avuto modo di ipotizzare, in alcuni casi anche con maggiori dettagli, in alcuni miei post del passato: una bella estinzione di massa ed un ritorno all'era preindustriale o, addirittura, preagricola, se va bene...
Top
Profilo Invia messaggio privato
Maary79
Moderatrice Sistemi Operativi e Software
Moderatrice Sistemi Operativi e Software


Registrato: 08/02/12 12:23
Messaggi: 10218

MessaggioInviato: 25 Ago 2020 16:43    Oggetto: Rispondi citando

glediator ha scritto:
Certo chi si impegna c'è ancora ma in percentuali da prefisso telefonico, se la maggioranza dei potenziali clienti - gli studenti - non è interessata all'argomento anche chi deve fornire l'offerta fatica a sopravvivere.

Nella mia zona fino a 20/30 anni fa c'era una bella presenza di scuole tecniche molto interessanti e preparate ma sono quasi tutte sparite per mancanza di clienti...


Non mi pare che sia cosi, ci sono ancora istituti tecnici e professionali o istituti che preparano prevalentemente per l'università (licei in primis).
Forse una volta c'erano scuole professionali che erano alla stregua di un corso (con 2 o 3 anni avevi la qualifica professionale), ora, da quanto mi dicono non esistono più, sono sempre e comunque 5 anni, che è pure meglio.
Bisogna stare attenti a non finire nello scontro generazionale, giovani verso meno giovani, e succede anche al contrario, certo ,la critica può starci, costruttiva e sensata però, altrimenti è inutile.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Gladiator
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 05/12/10 20:32
Messaggi: 10612
Residenza: Purtroppo o per fortuna Italia

MessaggioInviato: 26 Ago 2020 13:27    Oggetto: Rispondi citando

Francamente a me lo scontro generazionale sembra più un'invenzione per separare e creare artatamente una contrapposizione che non è una realtà di fatto, il vero problema è che oggi ci sono giovani preparati e volenterosi che apprezzo molto nel mondo del lavoro ma sono in una percentuale assai inferiore anche solo a 20 anni fa e questo, ti assicuro, lo dico per esperienza diretta e non per sentito dire.

Le cause di ciò sono certo molteplici ma, principalmente penso, poiché i modelli che vengono proposti ai giovani sono rivolti verso altri target.
In questa situazione, però, non possiamo lamentarci in continuazione e dire che il paese è destinato al disastro per cause esogene, il paese è destinato al disastro poiché non si sa o non si vuole proporre ai giovani i modelli e gli obiettivi che al paese servono.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Maary79
Moderatrice Sistemi Operativi e Software
Moderatrice Sistemi Operativi e Software


Registrato: 08/02/12 12:23
Messaggi: 10218

MessaggioInviato: 27 Ago 2020 11:28    Oggetto: Rispondi citando

Beh, non ho motivo per dubitare della tua esperienza personale. Anche se avrei bisogno di esempi pratici, per riuscire a capire di cosa parli.
I lavori sono tanti, quelli più manuali (operai più o meno specializzati) e altri più di concetto (dagli impiegati ai quadri).

Tempo fa su Reddit ho partecipato (più che altro lurkato) ad una discussione dove si parlava di lavoro, d'ufficio per l'esattezza (gli operai se li filano in pochi e non hanno il tempo per scrivere papiri in internet). Erano tutti giovani, forse dai 20 ai 30 anni, ed erano molto critici verso quelli che chiamavano boomer, li vedevano come un ostacolo alla loro carriera, con diritti acquisiti e poca predisposizione ai cambiamenti e aggiornamenti, lenti e poco produttivi, informaticamente negati.
In generale, anche i 40-50 enni erano visti così e parte del 35-40 enni.
Il tipico scontro generazionale insomma.

Una cosa ho notato, nei lavori d'ufficio, fino a 15-20 anni fa un diploma ti faceva lavorare in ufficio, segretari, contabili, ragionieri, impiegati tecnici, disegnatori meccanici, ecc..ora vogliono quasi solo laureati le aziende.
Dunque ora i 'vecchi' vengono trattati dai 'giovani laureati' come dei semi analfabeti funzionali, solo perchè non sono laureati, incapaci e inutili perchè non hanno nulla da insegnare, perchè fermi ad un indefinito passato lavorativo.

Insomma è la stessa campana, che suona in modo diverso, opposto, a secondo di chi la suona.
Confused
Top
Profilo Invia messaggio privato
Gladiator
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 05/12/10 20:32
Messaggi: 10612
Residenza: Purtroppo o per fortuna Italia

MessaggioInviato: 28 Ago 2020 17:33    Oggetto: Rispondi citando

In effetti io mi riferisco principalmente ai laureati ma non perché non mi filo gli operai bensì perché noto negli operai una maggiore disponibilità ad imparare e a riconoscere la necessità della formazione.
Nei laureati questi aspetti - che si basano anche solo su una certa umiltà e rispetto delle persone più esperte - sono meno accettati e in vari casi ho percepito insofferenza e disinteresse da parte loro se non addirittura la pretesa di sapere solo perché sono laureati pur senza avere potuto maturare un'adeguata esperienza che porta a sfruttare meglio e con maggiore profitto il background fornito dalla scuola. A volte addirittura pretendo di essere esperti anche di temi che sono al di fuori dei loro corsi di laurea.
Sia chiaro che non sono tutti così anzi, però la percentuale mi pare decisamente maggiore rispetto all'inizio della mia carriera lavorativa e rispetto a come vedo comportarsi ad esempio i diplomati.

Quindi più che uno scontro generazionale, in questi casi, mi sembra un problema di come l'università prepara i giovani ad affrontare il mondo del lavoro nella sua interezza e non solo per quanto concerne gli aspetti specialistici del ruolo combinato con una certa deriva nella capacità di avere comportamenti relazionali equilibrati cosa, quest'ultima, peraltro evidente non solo nel mondo del lavoro.

In ogni caso sono entrambi elementi che possono rendere più ostica una riconfigurazione della forza lavoro di un paese poiché serve un atteggiamento più flessibile e aperto perché tale riconfigurazione possa avere successo.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Maary79
Moderatrice Sistemi Operativi e Software
Moderatrice Sistemi Operativi e Software


Registrato: 08/02/12 12:23
Messaggi: 10218

MessaggioInviato: 30 Ago 2020 16:47    Oggetto: Rispondi citando

Ti capisco e non sei il primo che me lo dice, ed appunto in quella discussione su Reddit ho avuto conferma, ho visto molta arroganza, in questi neo laureati di oggi.
E a pensare che saranno la prossima classe dirigente, poveri i successivi giovani... Sad
Top
Profilo Invia messaggio privato
Gladiator
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 05/12/10 20:32
Messaggi: 10612
Residenza: Purtroppo o per fortuna Italia

MessaggioInviato: 30 Ago 2020 18:47    Oggetto: Rispondi

Certo ma, soprattutto, poveri noi in generale poiché con questi atteggiamenti il paese - che già se la passa maluccio - rischia di non avere un gran futuro...
Top
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Sopravvivere alla new economy Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a Precedente  1, 2
Pagina 2 di 2

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi