Indice del forum Olimpo Informatico
I Forum di Zeus News
Leggi la newsletter gratuita - Attiva il Menu compatto
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

    Newsletter RSS Facebook Twitter Contatti Ricerca
The Pirate Bay va sul cloud e diventa più difficile d
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Peer to peer
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Zeus News
Ospite





MessaggioInviato: 18 Ott 2012 10:30    Oggetto: The Pirate Bay va sul cloud e diventa più difficile d Rispondi citando

Leggi l'articolo The Pirate Bay va sul cloud e diventa più difficile da chiudere
Il passaggio al cloud computing comporta Minori disservizi e maggiori difficoltà per chi vuole spegnere il più famoso sito BitTorrent.


Top
spacexplorer
Dio minore
Dio minore


Registrato: 08/10/09 10:22
Messaggi: 610

MessaggioInviato: 18 Ott 2012 10:59    Oggetto: Rispondi citando

Ahem attenzione!

"Il Cloud" non è una tecnologia, è un termine commerciale che integra
varie tecnologie, alcune spazzatura altre utili. La soluzione, unica,
non solo per TPB ma per ogni servizio che vuole avere garanzie di
resistenza e resilienza è essere *distribuiti*.

L'uso delle VM è solo uno sporco ed inefficiente mezzo da un po' di
anni in campo per superare i limiti evolutivi dei sistemi attuali,
non è una soluzione come non è una soluzione appoggiarsi a Google,
Amazon, ... quello è il lato spazzatura del cloud. Alcuni banali
esempi li han dati i famosi "black-out" di Amazon e il blocco dei
pagamenti a Wikileaks: se sei "nella nuvola", ovvero in mano a terze
parti, extraterritoriali, spesso USA oppure in paesi emergenti dove
le garanzie di libertà sono veramente poche (senza andare sul tecnico
poi...) sei con le braghe calate.

Una soluzione distribuita, quello che volevano i ragazzi della SUN
quando iniziarono a progettare Java ("The Network is the Computer")
che poi fallì, quello che si propone da anni per il DNS e puntualmente
si viene ostacolati dalle istituzioni di turno, quello che propone
GNU Telephony, quel che proponeva Kad(u) ecc è la soluzione.

Questa uscita di TPB non è partita dalla bocca di un tecnico e forse
non è manco partita da una bocca libera o interessata a TPB, è molto
più probabile sia uscita da un commerciale con dietro qualcuno che
vuole TPB per controllarla meglio.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Zeus
Amministratore
Amministratore


Registrato: 21/10/00 01:01
Messaggi: 12715
Residenza: San Junipero

MessaggioInviato: 18 Ott 2012 15:58    Oggetto: Rispondi citando

O forse sono i tecnici di The Pirate Bay hanno meno grilli per la testa dei nostri e non si fanno problemi a chiamare le cose col loro nome Wink

Commerciale: "Buongiorno, sono l'agente di TPB, vorrei proporle una pianificazione pubblicitaria sul nostro sito".
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
spacexplorer
Dio minore
Dio minore


Registrato: 08/10/09 10:22
Messaggi: 610

MessaggioInviato: 18 Ott 2012 19:00    Oggetto: Rispondi citando

Le cose col loro nome quando lo hanno; Cloud computing non puoi chiamarlo
"col suo nome" perché tecnicamente non esiste un prodotto o famiglia di
prodotti di riferimento... Prendi GMail, che esiste da ben prima che venisse
di moda il nome "Cloud", mi definisci che tecnologie "cloud" usa?

Un'interfaccia web (ben fatta, cosa sempre più rara), c'è da una vita.
Un'infrastruttura di elaborazine e-mail, c'è da una vita
Un'infrastruttura di backup, c'è da sempre
Un'infrastruttura di autenticazione, c'è da sempre
Un'applicazione mobile per vari OS, ci sono da eoni

La nuvola cos'è? Che tecnologia è? OpenStack che tecnologia è? È solo un
insieme di tecnologie che esistono da anni. Il Cloud Computing è un nome
commerciale privo di significato tecnico.

Tra l'altro hai presente cosa vuol dire TBP hostata su Amazon, Salesforce
ecc? Vuol dire che quando alle major USA gira per le scatole gli possono
staccar la spina in un secondo. Altro che non essere legati ad un
provider! Chi ti vieta di girare su n provider sparsi? Se hai una webapp
fatta per questo (ci sono millemila framework a tema) non hai problemi,
non hai in particolare bisogno di appoggiarti a infrastrutture già fatte
in mano a terzi.

Ripeto chi ha detto ciò non è un tecnico e o è in malafede o di IT è molto
digiuno.
Top
Profilo Invia messaggio privato
mda
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 01/11/06 09:39
Messaggi: 6648
Residenza: Figonia

MessaggioInviato: 19 Ott 2012 00:48    Oggetto: Rispondi citando

spacexplorer ha scritto:
Ahem attenzione!
"Il Cloud" non è una tecnologia, è un termine commerciale che integra
varie tecnologie, alcune spazzatura altre utili. La soluzione, unica,
non solo per TPB ma per ogni servizio che vuole avere garanzie di
resistenza e resilienza è essere *distribuiti*.
(...) .


Appunto mi chiedevo il motivo di fare un più semplice Mirror. L'applicazione gira in pochi byte e si può configurare i reflector (collegati in crittografato) quanti se ne vogliono su basi-dati sparse in tutto il mondo.

In poche parole l'utente quando si collega ad un sito si trova su un mirror che però prende i dati delle pagine del sito da vari reflector che possono prendono i dati da altri reflector e cosi via (facendo perdere le tracce ma anche creando percorsi alternativi) fin un base-dati che è qui che ci sono le pagine vere del sito.

Certo è una tecnica "Nuvola" ma del resto la "Nuvola" non è niente di preciso se non un insieme di tecniche (e ognuno può usare la tecnica che gli piace con standard, anche propri, che gli piacciono) usate da anni.

Ciao
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage AIM
spacexplorer
Dio minore
Dio minore


Registrato: 08/10/09 10:22
Messaggi: 610

MessaggioInviato: 19 Ott 2012 12:31    Oggetto: Rispondi citando

Bhé un mirror non è una struttura distribuita: serve sempre un host da
replicare, una struttura distribuita è master-master, si propaga e non
ha bisogno di un server di base a cui riferirsi...

Torrent è stato pensato per scaricare le iso GNU/Linux in maniera
collaborativa così da alleggerire i server delle distro, non è stato
pensata per garantire l'anonimato o l'indistruttibilità del tracker,
per questo TPB come ogni altro dovrebbe pensare ad usare il concetto
di Torrent in una struttura che risponda alle differenti necessità.

GNU da tempo lavora a reti P2P distribuite e se i torrentari non fossero
in massa "warez-ari" lo saprebbero e ci penserebbero. La libertà in effetti
pare non interessi alla maggior parte dei bipedi, questa maggioranza
preferisce il gusto del "farsi i cavoli proprio" a cervello spento salvo
poi frignare quando arriva il cetriolo. Disprezzo questa gente più di
quanto disprezzi le major di turno. Aveva ragione Henry Ford: Thinking is
the hardest work there is, which is the probable reason so few engage in it.
Top
Profilo Invia messaggio privato
mda
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 01/11/06 09:39
Messaggi: 6648
Residenza: Figonia

MessaggioInviato: 19 Ott 2012 13:07    Oggetto: Rispondi citando

Giusto, concordo appieno, semmai cosa intendi con "warez-ari" anche se sospetto già cosa vuol dire?
Wink

Ciao
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage AIM
spacexplorer
Dio minore
Dio minore


Registrato: 08/10/09 10:22
Messaggi: 610

MessaggioInviato: 19 Ott 2012 19:30    Oggetto: Rispondi citando

Intendo quelli che berciano contro "winzoz" ma continuano ad usarlo
rigorosamente craccato con tonnellate di applicazioni craccate e si
lamentano che si riempie di virus ecc... Tra l'altro ci sono soggetti
che tecnicamente ne sanno anche, non sono solo dei "casalinghi" che
girano su fb&c, anche gente che programma, che fa elettronica ecc.

Proprio non han la mentalità a) di imparare, b) di comprendere che
fan parte di una società, non sono singoli calati dal cielo in un
mondo nemico pieno di stupidi stile videogioco...
Top
Profilo Invia messaggio privato
spacexplorer
Dio minore
Dio minore


Registrato: 08/10/09 10:22
Messaggi: 610

MessaggioInviato: 22 Ott 2012 06:53    Oggetto: Rispondi

Il fatto è che nell'immaginario collettivo i craker sono tutti giovani
brufolosi nascosti in un sotterraneo, al massimo viene accettato che
governi autoritari (sempre terzi, l'Iran, la Cina ecc, sono oppressori
gli USA, l'India, l'Italia "proteggono l'interesse nazionale" dai cattivi,
curioso che siano le stesse parole usate dalle dittature Cinesi, Iraniane
ecc) censurino dei contenuti.

La guerra informatica ad oggi non è percepita, la prepotenza informatica
idem, semplicemente nella gran parte della popolazione non ci sono le
conoscenze per capirlo, e non parlo solo di soggetti non-informatici,
i primi a non comprendere sono la gran massa dei "tecnici"!

C'è un bell'articolo/rant/sfogo di c0t0d0s0 che non è fuori tema:
link
coloro a cui si rivolge sono spessissimo ingegneri informatici che tutti
i giorni lavorano nell'IT. E tanto se fai notare com'è che esiste ancora
sulla piazza Windows od OSX dopo flame, duku, $altro_nome dopo l'enorme
elenco di vulnerabilità regolarmente non patchate, dopo che vari OEM son
stati scoperti a troianizzare i sistemi che vendono "solo per fini del
tutto utili agli utenti"; com'è che esistono Android ed OSX con le loro
policy dittatoriali che permettono *legalmente* la rimozione di contenuti
dai dispositivi ecc. Son tutti a correre in gabbia contenti della novità
che sperano risolva i problemi del mondo e quando si scottano è quasi
sempre tardi per rimediare... Anzi: "mettete ZeusNews nella nuvola così
siete protetti", infatti così non serve un (D)DOS, basta un admin con la
sua consolle e voi non potete manco agire!

Han demolito la scuola, sostituita dalla TV e dai quiz a crocette, così
siam pieni di operai modello Ford, dall'operaio al dirigente però, e
avanti...
Top
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Peer to peer Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi